Analisi del colore. Scopri quali sono le tue tonalità!

color-analysis- kit

IT – Uno dei miei propositi per il 2013 è riprendere alcune sezioni del blog che ultimamente ho dovuto un pò “trascurare” per mancanza di tempo. Inoltre ho in programma di inserire nuovi argomenti e progetti che vi svelerò pian piano.

Iniziamo con la sezione di Personal Shopping che mi sta molto a cuore perché, come sa chi mi segue da tempo, lavoro ormai come personal shopper da un paio di anni e ultimamente ho partecipato, a Madrid, ad alcuni progetti davvero interessanti in quest’ambito. Come professionale del settore, il servizio che mi viene spesso richiesto e che suscita molta curiosità è quello dell’Analisi del colore.

È una tecnica che viene svolta con modalità diverse a seconda della teoria che si segue ma il risultato finale è uguale. Io personalmente ho sempre seguito il metodo con cui mi sono formata all’IED, di cui vi parlo a continuazione, perché lo ritengo davvero molto valido.

Permettetemi una piccola parentesi circa i corsi dell’Istituto Europeo di Design, dato che mi sono arrivate varie mail per chiedere informazioni sulla mia esperienza. Personalmente ho studiato all’IED di Madrid, sia il master in Comunicazione e Moda che quello in Personal Shopper e mi sono trovata davvero bene quindi posso consigliarvelo ma ci sono tanti ottimi corsi sia in Italia che all’estero e la scelta dipende dalle vostre priorità e da quello che realmente vi può interessare maggiormente 🙂

Tornando ai nostri colori, per ottimizzare i vostri acquisti sia in periodo di saldi sia tutto l’anno ecco come realizzare l’analisi del colore.

color analysis

Sappiamo bene che non tutti i colori sono uguali. Cosí come ci rendiamo conto di quali ci donano e quali, al contrario, non mettono in risalto i nostri tratti migliori.

Per questo succede che, a volte, compriamo quel maglione del colore che va di moda o che ci piace per poi, invece, lasciarlo nell’armadio perché quando proviamo ad indossarlo non ci convince. O magari nessuno nota il nostro capo nuovo, come invece succede per quel vestito che abbiamo indossato cosí tante volte e che tutti (inclusi noi stessi) pensano ci stia benissimo.

Perché succede questo? La responsabile é la nostra pelle, o meglio, i componenti che la determinano. Questi fanno sí che ci sia una maggiore componente di elementi caldi o freddi e di conseguenza che i nostri colori “amici” siano i caldi o i freddi. Piú precisamente, secondo l’analisi del colore, possiamo dividere i colori e la nostra pelle in quattro categorie corrispondenti alle quattro stagioni dell’anno: primavera, estate, autunno ed inverno. L’autunno corrisponde ai colori caldi (marrone, arancione, oro, ecc.) , mentre la primavera é rappresentata dai colori semi caldi (per esempio il nude). All’opposto l’inverno si identifica con i colori freddi (nero, bianco, argento, ecc.) e l’estate con i colori semi freddi, come i pastello.

L’unico modo per capire a quale stagione apparteniamo é realizzare la prova del colore. Ed é esattamente quello che fa una personal shopper nel primo incontro con il cliente.

Il risultato si ottiene comparando delle stoffe di colori caldi e freddi e  provando anche alcuni intermedi. Peró é necessario che questa prova avvenga in una stanza dove ci sia luce naturale, davanti ad uno specchio, senza trucco, con i capelli raccolti (se il colore dei nostri capelli non é naturale puó alterare il test) e possibilmente indossando una camicia bianca, per notare meglio la differenza. E’ fondamentale che la persona stessa si renda conto di come un colore o un altro possa cambiare totalmente il proprio aspetto e metterne in risalto o meno i punti migliori. Infatti, i colori, che non sono i nostri, ci fanno sembrare pallidi ed evidenziano le nostre occhiaie. Al contrario i nostri colori ci danno un bel colorito ed esaltano le nostre labbra ed i nostri occhi.

Vi invito a provarci, da sole o meglio con un’amica, davanti allo specchio e con vestiti di colori diversi che avete nel vostro armadio. Concentratevi sul cambiamento nelle zone cruciali come occhi, labbra e guance e resterete sorprese dal risultato.

Inoltre, bisognerebbe seguire questi accorgimenti, rispetto ai colori, anche per quanto riguarda il make up.

Se questo tema suscita la vostra curiositá vi consiglio di leggere il libro Color Me Beautiful, di Carole Jackson.

Certo, é anche vero che i colori che indossiamo spesso rispecchiano il nostro stato d’animo e sono uno strumento di comunicazione con il quale vogliamo dire qualcosa di noi. Anche se abbiamo una pelle di tipo autunno, non significa che non possiamo piú utilizzare il colore nero o il bianco. Niente panico, vi daró due suggerimenti utili. Il primo é che realmente potete indossare “qualsiasi” colore ma nella giusta versione. Per esempio, se non vi dona il bianco puro, potete sempre trovare un tonalitá di bianco che vi stia meravigliosamente. E se proprio volete indossare il bianco, l’importante che vicino al viso abbiate qualcosa che vi dia luce, magari degli orecchini dorati o un foulard del vostro colore.

Iniziate ad applicare questi piccoli ma utili trucchi e vedrete la differenza.

colori

ES – Uno de mis propósitos para el 2013 es potenciar algunas secciones del blog que recientemente he tenido que dejar por falta de tiempo. Además este año os presentaré nuevos temas y proyectos que os contaré poco a poco. Hoy quiero comenzar con la sección de Personal Shopping que me encanta, porque como sabe quién me sigue desde hace tiempo, trabajo como personal shopper desde un par de años y en estos últimos meses, en Madrid, he tenido la posibilidad de participar a algunos proyectos muy interesantes. Como profesional del sector el servicio que más a menudo me solicitan y que despierta más curiosidad es el análisis de color. Se trata de una técnica que se lleva a cabo de diferentes maneras dependiendo de la teoría que se sigue, pero el resultado final es el mismo. Personalmente, siempre he seguido el método por el cual me formé en el IED,  porque funciona muy bien.

Hago una pequeña digresión sobre los cursos en el Istituto Europeo di Design, como he recibido varios email pidiendo información sobre mi experiencia. Personalmente he estudiado en el IED de Madrid, un master en Comunicación y moda y otro en Personal Shopper y me he encontrado muy bien, así que lo recomiendo, pero hay muchos cursos  excelentes en Italia y en el extranjero y la elección depende de las prioridades de cada uno y de lo que realmente os interesa más 🙂

Volviendo a nuestros colores, aquí los consejos para aprender a potenciar vuestras compras en rebajas y durante todo el año.

Sabemos que no todos los colores son iguales. Así como nos damos cuenta de los que nos quedan bien y los que, por contrario, no nos valorizan. Por esta razón, sucede que a veces compramos ese suéter del color del momento o que nos gusta y, sin embargo, lo dejamos en el armario porque cuando tratamos de usarlo no nos convence. O tal vez  ningún nota nuestro vestido nuevo, pero se fijan todos en el vestido que llevamos siempre y que todo el mundo (incluidos nosotros mismos) nos dice nos queda bien.

¿Por qué sucede esto? El responsable es nuestra piel, o mejor dicho, los componentes que la determinan. Éstos hacen que haya un mayor componente de elementos cálidos o fríos y que nuestros colores “amigos” sean los cálidos o los fríos. Más precisamente, según el análisis del color, podemos dividir los colores y nuestra piel en cuatro categorías correspondientes a las cuatro estaciones: primavera, verano, otoño e invierno. El otoño es los colores cálidos (marrón, naranja, oro, etc.), mientras que la primavera está representada por los colores semi cálidos (por ejemplo, los empolvados). Por contraste, el invierno se identifica con los colores fríos (negro, blanco, plata, etc.) Y colores de verano con los semi fríos, tales como los pasteles.

La única forma de averiguar a qué estación se pertenece es realizar la prueba de color. Y es exactamente lo que un personal shopper hace en la primera reunión con el cliente.

El resultado se obtiene comparando las telas de colores cálidos y fríos, y también probando algunos productos intermedios. Sin embargo, esta prueba se tiene que llevar a cabo en una habitación donde haya luz natural, frente a un espejo, sin maquillaje, con el pelo recogido (porque si el color de nuestro pelo no es natural puede alterar la prueba) y, posiblemente, con una camisa blanca, para ver mejor la diferencia. Es importante que la persona misma sea consciente de cómo un color u otro puede cambiar totalmente su forma de presentación, destacando o menos sus mejores rasgos. De hecho, los colores que no son los nuestros, nos hacen palidecer. Por el contrario, nuestros colores nos dan una buena luz y valorizan los puntos de los labios y de los ojos.

Os invito a probarlo solos o con un amiga, delante del espejo, probando la ropa de diferentes colores que tenéis en el armario. Hay que concentrarse en los cambios en áreas cruciales tales como los ojos, los labios y las mejillas y os sorprenderá el resultado.

Además, es bueno seguir estos consejos también con respecto al maquillaje.

Si este tema os interesa os sugiero leer el libro Color Me Beautiful, escrito por Carole Jackson.

Por supuesto, también es cierto que los colores que usamos a menudo reflejan nuestro estado de ánimo y son una herramienta de comunicación con los cuales queremos decir algo acerca de nosotros. Si bien tenemos una piel tipo otoño, no quiere decir que no podamos usar más negro o blanco. No os asustéis, os voy a dar dos consejos. El primero es que en realidad se puede usar “cualquier” color, pero en el tono correcto. Por ejemplo, si no os queda bien un blanco puro, siempre se puede encontrar un tono de blanco roto que os quede de maravilla. Y si realmente queréis vestir de blanco, lo importante es que tengáis cerca de la cara un “color vuestro” que os dará luz, tal vez también unos pendientes o una bufanda.

Os aconsejo comenzar a aplicar estos pequeños pero útiles consejos para ver la diferencia.

kit analisi del colore

33 Comments on Analisi del colore. Scopri quali sono le tue tonalità!

  1. Donatella - Discovering Trend
    January 17, 2013 at 12:07 pm (5 years ago)

    Bellissimo questo post 😀
    Devo provare a scoprire la tonalità perfetta per me!!! Anche se è vero, come hai detto pure tu, che spesso decido cosa indossare in base al mio umore, ma è sempre utile sapere quale colore ci si addice di più ^^

    DISCOVERING TREND <3
    Facebook

    Reply
  2. alessia
    January 17, 2013 at 2:36 pm (5 years ago)

    oh ci voleva una bella spiegazione sui colori!brava dora!:)

    Reply
  3. thechilicool
    January 17, 2013 at 3:56 pm (5 years ago)

    Scegliere i giusti colori e abbinarli correttamente non è facile. Ottimi consigli!
    Alessia
    THE CHILI COOL
    FACEBOOK
    YOUTUBE

    Reply
  4. Alixia88
    January 17, 2013 at 4:59 pm (5 years ago)

    Questo post è davvero interessante e credo di sapere quali sono i miei colori,quelli vivaci turchese,rosso arancione e quelli caldi come il beige e il borgogna


    Dai un’occhiata al mio blog ? Facebook

    Reply
  5. Greta Miliani
    January 17, 2013 at 5:42 pm (5 years ago)

    Wow, questo sì che è interessante e da provare. Sicuramente eviterò in futuro di perdere tempo a chiedermi se un colore mi stia bene o male.
    Grazie davvero del suggerimento (e anche per lo spunto sui corsi IED! Vorrei fare qualcosa dopo la laurea, da integrare anche al master che ho già! Vediamo cosa trovo 😉

    baci,
    G.
    Vuoi aiutare In Moda Veritas ad entrare a far parte della IT FAMILY di Grazia.it? Vota cliccando qui e poi sul cuoricino. Grazie mille <3
    IMV su Facebook
    IMV su Bloglovin’

    Reply
  6. Marta Ferrante
    January 17, 2013 at 6:50 pm (5 years ago)

    Bellissimo questo articolo e anche come hai spiegato!davvero interessante 🙂 baci

    Reply
  7. Smilingischic
    January 17, 2013 at 11:05 pm (5 years ago)

    Davvero un post molto originale! Brava Dora 🙂 un abbraccio

    Reply
  8. Elena
    January 18, 2013 at 10:36 am (5 years ago)

    Devo assolutamente provare!!

    stylecrossroad.blogspot.com

    Reply
  9. The Fashion Commentator
    January 19, 2013 at 10:19 am (5 years ago)

    Ciao Dora!
    Hai fatto benissimo a fare questo post. Io ho seguito dei corsi da autodidatta non tanto per diventare personal shopper, ma proprio per capire quale fossero “i miei colori” seguendo le tecniche spiegate su Color me beautiful. Sono un tipo ad alto contrasto, quindi devo evitare total black/blue e cercare di schiarire sempre la parte superiore con colori neutro, pastello o brillanti. Sono curioso di vedere come svilupperai la tematica nei prossimi post!
    Ciao,
    Alessandro – http://www.thefashioncommentator.blogspot.it

    Reply
  10. Francesca
    January 19, 2013 at 12:55 pm (5 years ago)

    A me piacciono tutti i colori, però sento che sto meglio quando indosso il rosa, il viola, il fucsia e il nero. Boh, vado a naso 😀

    Francesca
    The Glossy Mag
    The Glossy Mag su Facebook

    Reply
  11. fede
    January 21, 2013 at 6:29 pm (5 years ago)

    molto bello questo post anche se il mio colore al momento è il nero per gli accessori invece amo il fuxia e trovo che mi stia molto bene
    I LOVE SHOPPING

    Reply
  12. silvia
    March 17, 2013 at 5:51 pm (5 years ago)

    Molto interessante! Posso chiederti se esistono in commercio delle palette cromatiche di tessuti per provare i colori?

    Reply
    • Dora Marotta
      Dora Marotta
      March 18, 2013 at 1:38 am (5 years ago)

      Ciao Silvia, io ho comprato il kit tramite l’istituto dove ho fatto il master in Personal Shopper e molti corsi danno i tessuti alla fine delle lezioni per poter essere subito operativi, però penso che su internet potresti trovarli anche se forse ti conviene cercare più su qualche sito estero che italiano.

      Reply

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *